UN FALLIMENTO CHIAMATO “GARANZIA GIOVANI”

add2ad3d-776a-4b16-bf2d-19827c97cfdb

L’altro giorno mi sono imbattuto su un articolo dove l’assessore al lavoro in Sicilia, Gianluca Miccichè, parlava della GARANZIA GIOVANI come di un “grande successo” a livello regionale. La mia prima reazione è stata una risata gigantesca, credendo che era una di quelle “bufale” che circolano su internet, poi ho constatato, girando su altri siti, che sta cazzata l’avevo detta per davvero. Parlando di numeri, loro dicono, che sono stati 170.000 siciliani ad iscriversi al progetto, tra loro SOLO 47.000 hanno fatto tirocinio preso un azienda e peggio ancora SOLO 2.500 hanno trovato lavoro presso la stessa azienda e 1.500 presso altre aziende (praticamente persone esterne che non c’entrano nulla con la Garanzia Giovani, ma per gonfiare i numeri li mettiamo anche). Ora, vorrei chiedere al nostro caro assessore al lavoro, ma tutto questo “grande successo” dove “minchia” lo vede? La cosa che ancora mi lascia sconcertato, è il rinnovo per il 2016, fatto dal governo, di questo progetto che è stata una delle più grandi fregature verso i giovani degli ultimi anni. Forse non tutti hanno sentito parlare di Garanzia Giovani, cerco di riassumere un pò il tutto: Praticamente chi è disoccupato e chi non è iscritto all’università, avendo un età compresa tra 15 e i 29 anni può far parte a questo progetto, che prevede il tirocinio o stage presso un azienda per 6 mesi, a titolo gratuito per l’azienda, a carico dell’INPS. Praticamente lavori 6 mesi e lo stipendio te lo da l’INPS, circa 500 euro al mese. Allo scadere di questi 6 mesi, l’azienda per cui hai lavorato, decide se assumerti (con svariate agevolazioni) o farti tornare alla tua bella vita da disoccupato. Ora qualcuno dirà “Buono, l’azienda non spende un euro e il ragazzo viene stipendiato dallo Stato”, STICAZZI!!!! Perchè l’INPS, aggiungerei come sempre, è in forte ritardo con i pagamenti, perciò tutti questi 47.000 ragazzi, aspettano ancora lo stipendio di circa 4 mesi. Invece di pensare al nuovo progetto, che partirà tra marzo e aprile 2016, perchè non pensate a “liquidare” tutti i giovani che hanno lavorato per 6 mesi e che aspettano, da mesi, i soldi che gli spettano?  Come al solito, non importa da quale regione arriva la notizia, ma in Italia ci facciamo davvero ridere in faccia dal resto d’Europa e del Mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *