L’UOMO CURATO: SI? NO? DIPENDE…

3

Eccoci, nel 2016, dove si dice che ormai l’uomo sia più curato della donna. Ma sarà vero? Non mi ritengo una persona che si cura tantissimo: mi sistemo le sopracciglia, non esco se i capelli non sono come dico io, accorcio la barba, mi tolgo un pò di pelo dalla schiena, non vado in palestra, ma cerco di mangiare il più genuino possibile, dico sempre di andare a correre ma non lo faccio quasi mai e faccio un lavoro, che, ahimè, è molto sedentario. L’uomo moderno, da qualche anno a questa parte, sta iniziando a curare il viso sempre di più, le sopracciglia sistemate per rinforzare lo sguardo e la barba per sembrare più maturo, sono i punti di forza di un uomo che ama curarsi. Ma se ormai le sopracciglia sono standard un pò per tutti, diciamo un pò più folte, l’idea della barba e dei capelli cambia un pò per tutti. C’è l’uomo che con la barbetta corta si sente il più figo di tutti, e c’è la barba stile boscaiolo che fa l’uomo rude. Poi non dimentichiamo il pizzetto, la “mosca” sotto il labbro e solo le basette più lunghe che sono un pò più in fondo alla classifica, ma sempre utilizzate. Insomma, la barba è diventata fondamentale quasi per tutti, e alle donne non sembra dispiacere. Per i capelli invece sembra esserci tutto un altro mondo, i parruchieri possono sbizzarirsi. Dal capello a quello lungo sono tantissimi gli stili utilizzati. Chi si fa la coda, chi usa il ciuffo alto rasato ai lati, e anche chi vuole sia la coda che la rasatura laterale. Non dimentichiamo poi l’uomo pelato che con la barba ha il suo perchè. Uno dei simboli maschili di questa moda è sicuramente l’ex calciatore David Beckham, beniamino di tanti tifosi di calcio e di tante tifose, ha cambiato più volte look, senza snaturare mai.

beckham style

Ma l’uomo moderno non cura solo il viso, ha imparato a modellare il suo corpo il più possibile tra palestra e tatuaggi. Ormai tutti, o quasi, cercano di fare attività fisica. Vanno a correre, in bici o in palestra, l’importante è muoversi, cercare di stare in forma, mangiando in modo corretto e genuino. Per chi ancora non lo fa, gli consiglio di mettersi sotto, perchè questo è il futuro, anche se ancora a qualche donna piace l’uomo con la “panza” definendolo un “orsacchiotto dolce”, tutto questo non durerà per sempre, ma non dimenticate: lo sguardo da cattivo ragazzo non lo batte nessuno.  Non dimentichiamo i tatuaggi, parte fondamentale dell’uomo del 2016. Ormai chi più chi meno, a l’uomo contemporaneo piace il tatuaggio, piccolo o grande che sia. Per chi ha un corpo scolpito, sicuramente i tatuaggi “standard” vengono fatti su petto e schiena, per il resto un posto vale l’altro.

In poche parole, l’uomo moderno è un Hipster con fisico ben scolpito, pieno di tatuaggi, con uno sguardo profondo. Siete pronti al cambiamento? volete tenervi la “panza”? l’importante è stare bene con se stessi, senza trascurare la vostra salute. E se qualche capello bianco vi fa paura, guardate in fondo all’articolo, sono sicuro che il vecchietto del futuro sarà il più figo della storia. Si ok, ora che l’articolo è finito. Vi curate tutto, ma il cervello lo allenate? Un uomo colto si dice sia ancora meglio. Sono sicuro che ne riparleremo. Una stretta di mano a tutti. Peace and Non Mollate Mai. BornCrazy ve saluta. xD

A MILANO SUCCEDONO COSE STRANE. ARRIVA BLINDSPOT!

Milano. Nel bel mezzo della città viene ritrovato un grande borsone grigio. Una guardia giurata chiede alla gente incuriosita di sgombrare l’area per far avvicinare i soccorsi. Ad un certo punto si apre il borsone, ed esce una ragazza totalmente tatuata e nuda. All’inizio non si capisce cosa stia succedendo. La ragazza spaventata, sotto shock, viene allontanata e portata al sicuro. L’inizio non è male.

Parliamo di un flash mob organizzato per il lancio di BLINDSPOT,  che arriverà in Italia a maggio. La serie tv creata da Martin Gero e Greg Berlanti (artefice di Arrow, The Flash, Supergirl e Legends of Tomorrow), che da poco ha vinto il Critics’ Choice Awards quale “miglior nuova serie” della stagione tv, è partita col botto in America con oltre 15 milioni di telespettatori. BLINDSPOT narra la storia di questa ragazza (interpretata da Jaimie Alexander), ritrovata nuda, completamente tatuata e priva di memoria a Times Square.  Le danno il nome di Jane Doe e scoprono che sulla schiena ha il nome dell’agente FBI, Kurt Weller (interpretato da Sullivan Stapleton). La storia comincia quando la polizia capisce che ogni tatuaggio sulla sua pelle nasconde un mistero da risolvere.

L’attrice Jaimie Alexander, che ha interpretato un ruolo simile in KYLE XY, si è dovuto sottoporre a più di 7 ore al giorno di make up per disegnarle addosso i circa 200 tatuaggi. In America il titolo di ogni episodio è un’anagramma e lo slogan è “Piecing together her past. One tattoo at a time”. La serie tv ha già firmato l’accordo per una seconda stagione.

Che dire di più? Sinceramente io non vedo l’ora che inizi questa nuova serie tv e spero che non mi lasci l’amaro in bocca. Le buone prospettive ci sono, i numeri che vengono dagli Stati Uniti sono abbastanza impressionanti, e noi siamo qui, aspettando con ansia BLINDSPOT. Peace and Tatoo. BornCrazy XD