LAVORARE ALL’ESTERO: ATTENZIONE! PER QUALCUNO SIETE DEGLI SFATICATI

Dopo tanti anni di lavoro all’estero, non mi era capitato di trovare gente con una mentalità cosi stupida e antica come questo individuo, che per ragioni di privacy chiameremo Signor Z. Questo personaggio, ha postato un discorso abbastanza negativo sugli italiani che vanno a lavorare all’estero, forse sugli italiani in generale, spiegando perchè per lui siamo tutti degli SFATICATI. Di seguito gli screenshot di quello che ha scritto: (leggere in base alla numerazione)

1
2
3

 

 

 

 

 

 

 

4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi mi conosce sa che di solito non cado in provocazioni di questo genere, ma questa volta mi sono sentito chiamato in causa. Ho lavorato per anni all’estero e posso dire davvero di aver conosciuto sia persone buone e sia persone cattive. Chi non è mai entrato in questo “mondo” non può neanche immaginare di cosa vediamo e sentiamo giornalmente. Il mio carattere mi ha permesso però, di rimanere solo in posti, dove il rispetto per il lavoro e per le persone veniva messo prima di ogni cosa, mentre dove tutto questo non c’era, ho sempre avuto un comportamento da professionista, spiegando che loro non erano ciò che cercavo. Ritornando al signor Z, che è anche moderatore di questo gruppo, posso solo dire di aver visto con i miei occhi, che si prende il lusso di dare dello SFATICATO a chi chiede qualche informazione su lavori che propongo in questo gruppo. Perchè secondo il suo modesto parere lo SFATICATO è:

  • Chi non accetta di lavorare 14 ore al giorno
  • Chi vuole avere un alloggio che sia degno di essere chiamato cosi e non di vivere in un all’alloggio dove le stalle in confronto sono stanze di albergo 5 stelle
  • Chi rifiuta un lavoro che non lo soddisfa sia a livello economico che a livello personale
  • Chi chiede di sapere prima di fare più di 1000km di quanto sia lo stipendio
  • Chi chiede di essere trattato come una persona e no come un animale
  • Chi risponde agli insulti dei titolari
  • E tante altre cose.

Vorrei spiegare al signor Z, che quelli che lui chiama SFATICATI, io li chiamo SFRUTTATI, da quella categoria di titolari italiani andati all’estero , che dopo aver aperto un locale, sicuramente dopo tantissimi sacrifici, si dimenticano di essere stati anche loro dipendenti. Permettetemi di dire che voglio essere chiamato PROFESSIONISTA se do il giusto rispetto al lavoro che faccio. Il tempo, l’educazione e l’impegno che do per il chi lavoro deve essere messo in primis su tutto. Io mi ritengo una di quelle persone che può ritenersi fortunate di aver avuto esperienze all’estero abbastanza positive, a differenza di molti che non hanno avuto altro che delusioni e maltrattamenti. Cari italiani che volete lavorare all’estero, sappiate che non tutti sono come il Signor Z, c’è molta gente che vi aiuterà e vi farà sentire importanti, perchè non dimentichiamo che se un locale va avanti è anche grazie a noi poveri SFATICATI.

Vi posso assicurare che la discussione non finisce qui, e questo è solo il primo articolo di tanti altri. Per la cronaca, il post scritto è stato eliminato dopo esser stato criticato apertamente dal sottoscritto, perciò non capisco l’ultimo punto della sua lista dell’essere uno SFATICATO, dove dice: “sono proprio questi ITALIANI che nemmeno hanno il coraggio di rispondere a queste accuse per non voler dimostrare di essere degli sfaticati”. Il Signor Z non mi ha mai risposto, perchè è il solito “leone da tastiera”, quello che tira la pietra e poi nasconde la mano.

ps. il Signor Z fa anche video dove da tanti consigli ai titolari di locali, peccato che in base al suo canale YouTube nessuno gli dia tanto conto, menomale direi 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *