INTERVISTA AD ELISA POLINI, TRAVEL BLOGGER

Quando vedete quelle foto super fighe di paesaggi, sappiate che nel 90% dei casi, si tratta di un “Travel Blogger”. Sono viaggiatori che hanno la voglia di condividere via social, i loro viaggi. L’intervista che vi proporrò oggi, ha come protagonista Elisa Polini. Travel Blogger italiana con un sito internet e una pagina Instagram che vi farà venire voglia di prendere il primo biglietto aereo per una delle località proposte.

1 – CHI E’ ELISA POLINI?
Elisa è una viaggiatrice amante della fotografia e di tutto ciò che si trova al di sopra del Circolo Polare Artico o al di sotto del Circolo Polare Antartico.
Ama il freddo, la neve e il ghiaccio e sta bene quando le temperature sono di tanti gradi sotto lo 0. Ama l’Artico in maniera smisurata e ha trasformato questi splendidi posti fatati nella sua seconda casa. Viaggia da diversi anni lassù, entrandoci sempre in punta di piedi e imparando a conoscerlo piano piano.
Ha avuto modo di entrare a stretto contatto con diverse realtà, immergersi nella cultura delle popolazioni locali e provare i diversi stili di vita condotti dalle persone che vivono in queste terre così estreme e inospitali.

2 – COM’E’ NATA L’IDEA DI DIVENTARE TRAVEL BLOGGER?
Un viaggio infinite emozioni è nato un po’ per gioco a seguito di tante richieste ricevute da tanti amici e da persone conosciute in diversi gruppi di viaggio su Facebook.
Piano piano il blog è cresciuto, ho iniziato a prendermene cura seriamente trasformandolo in un punto di riferimento, a detta dei miei lettori, per chi desidera organizzare un viaggio nell’Artico e nel resto del Mondo. Lapponia, Groenlandia, Islanda, Svalbard e Faroe sono solo alcuni degli argomenti che tratto sul blog.
Recentemente ho ideato il progetto ‘Artico: un Mondo da proteggere oltre il Circolo Polare Artico’ in cui parlo, appunto, dell’Artico e dei danni che il riscaldamento globale sta causando a fauna e popolazioni indigene. Lo scopo del nostro progetto è quello di promuovere un turismo responsabile e sostenibile, che conosca e rispetti il fragile ecosistema Artico prima di metterci piede. Il progetto è in fase di sviluppo e presto verrà aggiornato con tante altre informazioni.

3 – PERCHE’ LA GENTE DOVREBBE RIVOLGERSI A UN TRAVEL BLOGGER?
Parlo per la mia esperienza e per quello che mi dicono i miei lettori. La gente che mi segue da tempo sa che prima di tutto sono una viaggiatrice da diversi anni, ho molti viaggi alle spalle e il blog è nato solamente in seguito. Sa che sono molto preparata sulle destinazioni che tratto, sa che viaggio da diversi anni lassù e si fida dei miei consigli, delle mie esperienze, prende spunto o addirittura segue completamente gli itinerari che propongo e quando torna a casa spesso mi scrive dicendomi che i miei consigli sono stati utilissimi. 
Un blog di viaggi scritto bene e con consigli derivanti da esperienze personali può essere d’aiuto e ispirazione a chi, quella meta, la sogna da tempo ma non è in grado di organizzarsi l’intero viaggio da solo, soprattutto se le mete desiderate sono mete remote e inospitali.

4 – CHE FASCIA DI ETÀ PARTECIPA MAGGIORMENTE AI TUOI VIAGGI?
I nostri viaggi sono aperti a tutti, dai ragazzi ai ragazzi cresciuti, e sono adatti a tutti, anche alle famiglie!
Quando ideiamo un viaggio più particolare e complesso o per il quale viene richiesta esperienza pregressa lo sottolineiamo nel programma.

5 – IL VIAGGIO CHE PIU’ TI HA EMOZIONATO?
Il mio primo amore Artico è stata la Lapponia, una terra che mi ha rubato il cuore fin dal primo istante in cui vi ho messo piede. Era un viaggio che sognavo di fare sin da quanto ero una bambina e quando l’ho realizzato mi sono sentita al settimo cielo.
Un altro viaggio che mi ha emozionato è stata la mia spedizione invernale in Groenlandia. Trovarmi di fronte alla maestosità degli iceberg che popolano la Baia di Disko è qualcosa di inspiegabile a parole.
Di recente invece ho lasciato il cuore alle Svalbard che ho visitato per la prima volta a Marzo dello scorso anno e delle quali mi sono innamorata talmente tanto da tornarci dopo 3 mesi, a Giugno. In più quassù ho realizzato il mio grande sogno: vedere i trichechi, i beluga e gli orsi polari! Le Svalbard vanno oltre qualsiasi immaginario comune, sono davvero un posto ai confini del Mondo.

6 – PENSI CHE L’ESSERE DONNA INFLUENZI L’OPINIONE PUBBLICA DI UNA TRAVEL BLOGGER?
No, non credo. Conosco tante donne che sono delle ottime travel blogger, così come conosco diversi uomini che sono dei bravi travel blogger. Il segreto sa nel saper intrattenere ed emozionare i propri lettori e, fortunatamente, questo non ha differenza di sesso.

7 – DOVE TI VEDI FRA 10 ANNI?
Tra 10 anni sarò ancora in giro per il mio amato Artico insieme alla mia inseparabile reflex alla ricerca dell’Aurora Boreale e di foche, trichechi e orsi polari.

L’intervista finisce qui ed io non posso che ringraziare Elisa per la sua partecipazione. Non vediamo l’ora di vedere il prossimo viaggio. Se avete voglia di seguirla andate sul sito internet https://www.unviaggioinfiniteemozioni.it oppure cercate la sulla sua pagina Facebook o Instagram. Peace and Travel.

Aurora Boreale a Inari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *