FATE BENE A CHIAMARLO “ORO VERDE”!

pistacchi-bronte

Personalmente credo che la Sicilia sia uno dei posti più belli del mondo e mi ritengo fortunato di viverci. 2 giorni fa, prendo la macchina ed, insieme alla mia ragazza, parto, destinazione: BRONTE, dove si tiene la famosa “SAGRA DEL PISTACCHIO”. Appena arrivato, verso le 18, trovo subito parcheggio e iniziamo il giro turistico. Ammetto di aver mangiato subito un arancino (nella foto rende l’idea del primo morso), soddisfatto dal gusto, meno dal prezzo (far pagare un arancino 2,50€, non la vedo come un ottima idea). Dopo aver girovagato in lungo e in largo tutta l’area, mi fermo in una bancarella dove vendevano le paste di mandorla (con pistacchio), decido di prenderne una decina da portare a casa, aggiungendo una ciambella alla Homer Simpson (anch’essa, ovviamente, col pistacchio) pagando il tutto, la bellezza di 10€. Si fanno le 21 e decidiamo di andare all’area food, dove decido di assaggiare il panino con porchetta di suino nero dei Nebrodi con pistacchio (ovviamente), melanzane e funghi, aggiungo una lattina di Coca Cola e pago 7,50€. Il panino non si discute, la porchetta era davvero tenera e ottima ma il prezzo mi lascia un pò a desiderare. Decidiamo di tornare a casa, ma non prima di prendere la crepes con la “Pistacchiella” e Kinder Maxi (foto). Non vorrei dirlo, ma ho pagato 2 crepes, 10€. La crepes era buonissima, non si discute, ma basta mettere in tutto un pò di pistacchio, il prezzo lievita che è un piacere. Resoconto finale: Tutto buonissimo ma troppo caro. So benissimo che la Sicilia è l’unica regione italiana dove si produce il pistacchio, e Bronte, con oltre tremila ettari di coltura, ne rappresenta l’area di coltivazione principale (più dell’80% della superficie regionale e l’1% di quella mondiale), ma il prezzo è davvero esagerato. Basti pensare che 1kg di pistacchi costa 38€ per farsi un’idea. Non metto in dubbio, il lavoro che c’è nel coltivalo e cosi via, però credo che i prezzi si possano leggermente abbassare. Il consiglio che posso darvi è di andare alla Sagra del Pistacchio (c’è ancora dal 02 al 04 ottobre 2015), girovagare per tutta la sagra e mangiarvi delle ottime pennette al pistacchio (4.50€) e una buonissima crepes, per il vostro benessere, ma sopratutto, per il vostro portafoglio. Fate bene a chiamarlo Oro Verde. Fate benissimo…..

wpid-img_20150927_081025.jpg
Arancino al Pistacchio
wpid-img-20150927-wa0010.jpg
Crepes al Pistacchio e Kinder Maxi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *